Il fotografo paesaggista

Mi piacerebbe fare il fotografo paesaggista, ma che fatica che si fa!!!

Per un paio di giorni mi sono cimentato in questa attività e ho scoperto che quello del fotografo paesaggista è un lavoro difficile e pure faticoso!

Se si vuole ottenere gli scatti migliori è praticamente obbligatorio scattare all’alba, oppure al tramonto (quando ci sono le condizioni di luce più interessanti) e questo obbliga a svegliarsi ad orari (quasi) improponibili se come me si sceglie l’alba.
Il fotografo paesaggista deve poi fare i conti con le condizioni meteo (pioggia, vento, caldo e/o freddo), nonché con la fatica per raggiungere la meta prefissa ed è quindi importante essere correttamente equipaggiati tenendo sempre sotto controllo il peso dell’attrezzatura.

Ma veniamo all’esperienza vissuta personalmente:

  • Le Bolle di Magadino all’alba
  • L’acqua a Lavertezzo

Nonostante si tratti di due luoghi vicini, non c’ero mai stato (che vergogna!!!) e il fatto di non conoscere i luoghi mi ha penalizzato perché non avevo idea di cosa avrei fotografato.

Mi fermo qui per quanto riguarda il racconto e se qualcuno fosse interessato, sono sempre a disposizione per rispondere a eventuali domande!

A voi qualche scatto!

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...